… un territorio ricco di risorse naturali per prendersi cura di sé

Le acque termali, risonanza per l’intero territorio: "Praefectus alpinum maritimarum viam hanc vetustae collapsam reficendam …. suis balnea suscitavit" … storie di complessi termali risalenti agli antichi romani recitate su una lapide in pietra rintracciata ad Argentera. Poi Bartolomeo Viotti, nel suo "De Balneorum naturalium viribus" parla di....

 

… un territorio ricco di tradizioni enogastronomiche

Il paesaggio di Langa e Roero una volta fu mare. Colline, rocche, calanchi: emersero le colline e i fiumi crearono la fertile piana. In alto gli uomini misero la vite e il suolo fu disegnato a filari: linee che flettono morbide punteggiate di grappoli.
Chiese, torri e castelli crebbero sopra i poggi e nelle pieghe delle dorsali. Ai margini di radi boschetti - noccioli, querce, ciliegi...

 

… un territorio ricco di sport, natura e tempo libero

Ancora il Monviso, montagna come la disegnano i bambini, piramide aguzza, Re di Pietra. Dalle sue pendici origina il Guil che attraversa il Queyras, quadrilatero fra il Brianzonese, il Piemonte e la Provenza alpina, un paese di solitudini tibetane con villaggi ricchi di meridiane, fontane, affreschi e leoni scolpiti.
Su entrambi i versanti boschi di pino cembro favoriscono l’artigianato del legno...

 

… un territorio ricco di storia, arte e cultura

Il perno di queste terre è il Monviso, la piramide delle Alpi Cozie, visibile dalla Pianura Padana, dalle terre del Po, il fiume che nasce ai suoi piedi.
Sotto il crinale si apre il Buco di Viso, primo traforo delle Alpi fra l’Italia e la Francia, costruito nel XV secolo da Ludovico II, marchese di Saluzzo, per favorire il commercio del sale.
Qui principia Po e Druenza, uno va in Piemonte l’altro in Provenza...

 
 
 
viaggiando in valle

cultura... sport... enogastronomia... benessere...
   
Itinerari tematici di storia, arte e cultura
   
 
 
   
 
 
Nel marchesato tra sapori e cultura
programma in 3 giorni
 

Sono gli stessi muri delle case a raccontare la storia, l’arte e la cultura respirata per secoli durante il regno dei Marchesi. Il borgo medioevale, arroccato su una collina, è un susseguirsi di piccole e grandi testimonianze del passato, con curiosità e segni d’arte da cogliere tra strette viuzze, bassi portici, ciottolose scalinate, muri coperti di edera, piccole piazze, antichi pozzi, fontane, resti delle varie cinte murarie, magnifiche chiese, chiostri, portali intagliati, affreschi e case nobiliari.

La ricchezza conosciuta dal Marchesato ha lasciato indelebili tracce anche nei territori limitrofi che per lunghi anni gli appartennero. Signorili esempi di edilizia e raffinate testimonianze artistiche sono sparse un po’ ovunque nel raggio della corte e trovano la massima espressione nel Castello di Manta, nella Cappella Marchionale e nella Chiesa Collegiata di Revello e nell’Abbazia di Staffarda.

Anche l’enogastronomia rappresenta un forte richiamo del territorio. Nel 1996 i rossi vini del Marchesato, l’amabile Pelaverga e lo spumeggiante Quagliano, ricchi sino a quel momento di sola tradizione, hanno ottenuto la DOC sotto il nome di Colline Saluzzesi: ne scoprirete il piacevole sapore presso una locale azienda vitivinicola.

Saluzzo è chiamata la Siena del Piemonte … crediamo che abbia ben più di un motivo per meritarsi tale  appellativo.

 

1° giorno. Arrivo a Saluzzo.

2° giorno. Saluzzo: angoli suggestivi di rara bellezza. Staffarda: l’ abbazia cistercense in stile romanico-gotico. Il vino Pelaverga ed il marchio Colline Saluzzesi: sapori inediti, assurti al fasto della tutela DOC.

3° giorno. Manta e Revello: la raffinata arte di corte del Marchesato di Saluzzo tra castelli, chiese, cappelle, affreschi e polittici. Costigliole: ancora vini DOC delle Colline Saluzzesi, stavolta è il turno dell’amabile Quagliano, con la visita ad un piccolo museo della viticoltura. Partenza da Saluzzo.

 
Nel marchesato tra sapori e cultura  cod   E5SA04

Quota di partecipazione base doppia

175          

Supplemento singola

20          

Riduzione 3° letto adulto

-10          

Riduzione 3° letto bambino (2-8 anni)

-20          
     DURATA 3 giorni/2 notti

       La quota comprende:

  • trattamento di mezza pensione in hotel 3 stelle (bevande escluse)
    Ingresso e visita al Castello di Manta e all’ Abbazia di Staffarda.
    Degustazione presso 2 cantine del Consorzio di tutela vini D.O.C. - Colline Saluzzesi

       Quote su richiesta per i seguenti servizi:

  • Guida turistica e trasferimenti durante l’intero programma. Pernottamento in bed&breakfast.
 
 
 
Calcola il prezzo della tua vacanza  
 
  indietro
invia pagina
 
PRIMAVERA

CHI SIAMO

Ci vogliamo presentare  

Linea diretta con noi  

Dicono di noi  

DOVE VI INVITIAMO

Le nostre terre  

Come arrivare  

GUIDA VACANZE

Idee per la tua vacanza  

Eventi da scoprire  

Dedicato alle famiglie  

Cerca la tua vacanza  

Richiedi il preventivo  

Prenota la tua vacanza  

Cataloghi  

NOTIZIE UTILI

Agenzie Partners  

Meteo  

Links  

NEWSLETTER  

HOME